skip to Main Content

Con l’approvazione del DL Rilancio il Superbonus del 110% è stato confermato anche per il fotovoltaico e i sistemi di accumulo.


L’impianto  può essere ottenuto anche senza esborso da parte di chi acquisterà i pannelli fotovoltaici.

Questo Superbonus al 110 per cento coinvolgerà anche l’installazione di nuovi impianti fotovoltaici. In pratica significa che a fronte del prezzo complessivo dell’intervento può essere applicata una detrazione fiscale al 110%.

Questo incentivo, come  dichiarato anche nella conferenza stampa del Governo  , sarà visto come un “investimento” del tutto gratuito per i proprietari di casa. Questa opportunità per gli utenti domestici sembra molto più appetibile del vecchio Conto Energia per. Si, perché con il vecchio Conto Energia dovevi avere un esborso iniziale anche piuttosto oneroso e successivamente recuperare gli incentivi.

In cosa consiste il superbonus al 110 per cento?
Grazie a questo decreto è possibile ottenere una detrazione fiscale al 110% spalmato in 5 anni su tutto il costo degli interventi compresi dal decresto, tra i quali gli impianti fotovoltaici. A titolo esplicativo: spendi 10.000€ euro e per 5 anni potrai vantare un credito di imposta per 2200€/anno. Tale importo va a diminuire in compensazione ciò che avresti pagato in tasse.

E cosa più importante: in sostanza questo Decreto consente la possibilità di cedere questo credito di imposta direttamente al fornitore dell’impianto. Perciò, se vengono soddisfatti i requisiti necessari all’erogazione del superbonus, il fotovoltaico può essere ottenuto anche senza esborso da parte di chi acquisterà i pannelli fotovoltaici.

Una occasione irripetibile
Più conveniente del Conto Energia
Il tuo impianto praticamente gratis

Ma chi ha diritto a chiedere la super-detrazione del 110%?

I soggetti ammessi a questa forma di incentivo sono:

  • persone fisiche che non agiscono come ditte
  • Le case costrute con la formula di cooperative di abitazione
  • I condomini
  • Case IACP per l’edilizia sociale
  • Le seconde case purchè all’interno di un condominio

Cosa ci occorre per avviare immediatamente la pratica? Davvero pochi documenti

  • Atto di proprietà
  • Concessione edilizia
  • Visura catastale
  • Documenti di identità ( Carta d’identità e tessera sanitaria fronte retro )
  • Ultima bolletta
  • Foto tetto/sotto tetto
  • Foto panoramica immobile

Questi impianti devono essere comprovati con fattura di spesa dal 1°luglio 2020 al 31 dicembre 2021. Clicca qui per consultare il decreto legge

Back To Top